Se un tempo tribolavamo pensando a quello che avremmo trovato sotto l’albero, oggi siamo più interessati alla legge di bilancio (nuovo nome della legge di stabilità, ma stessi contenuti) che alla fine dell’anno porta con sé grandi novità, dando maggior attenzione a quelle riguardanti le professioni tecniche.


Aree scoperte pertinenti ad abitazioni private? Col Bonus Verde chi destina terrazzi e giardini -anche se condominiali- ad area verde può beneficiare di un credito d’imposta del 36% per le spese sostenute, con un tetto di 5000 euro, inclusa la risistemazione di giardini di interesse storico o l’installazione di impianti per l’irrigazione.


Per continuare ad incentivare l’edilizia verranno rinnovati gli Ecobonus, come già annunciato, pur con qualche modifica: avuto riguardo degli obiettivi di efficientamento conseguiti le aliquote di detrazione verranno riviste, a titolo di esempio per l'installazione di caldaie a condensazione ed interventi equiparabili il bonus sale arrivando al 65%. Rinnovati gli sgravi anche per le operazioni di bonifica da amianto.

Resta inoltre ferma la possibilità di godere della cessione del credito d’imposta, la novità qui riguarda l’estensione della detrazione fiscale anche alle singole unità immobiliari.

Sempre in ambito edile è stato rinnovato anche il cosiddetto sismabonus, che ora riguarda anche il certificato statico, pur non essendo seguito dai lavori.

Capitolo a parte per l’edilizia sportiva, gli impianti beneficeranno di un fondo creato ad hoc pensato per renderne più accessibile l’ammodernamento.


Sono state introdotte anche misure pensate per stabilizzare l’occupazione giovanile e gli investimenti nella banda larga, mentre al sud l’acquisto di nuovi beni strumentali da parte di strutture produttive godrà del sistema del credito d’imposta, misura rifinanziata per il biennio 2018-2019.


Per chi invece vuole stare al passo coi tempi c’è tutto da guadagnare grazie alle diposizioni, la fatturazione elettronica viene potenziata e la scissione d’iva ora riguarda anche l’acquisto di beni e servizi.


Come avete visto le novità sono tante ed ovviamente non possiamo scendere troppo nei dettagli, quello che ci sentiamo di fare, piuttosto, è ricordarvi che ogni anno come cambiano le leggi cambiano anche le responsabilità che ci assumiamo nello svolgere il nostro lavoro e il modo per star sereni c'è: oltre ad informarsi puntualmente sulle novità in ambito normativo è importantedotarsi di una polizza professionale professioni tecniche capace di farci da scudo nel momento del bisogno, quindi perchè non dare un’occhiata alla nostra vetrina?


Ottenere un preventivo è facile veloce e senza impegno, inoltre siamo sicuri che tra tutte le assicurazioni professionali a disposizione troverete certamente quel che fa per voi, essendo sì prodotti modulabili secondo le esigenze ma prima di tutto sicuri, perché una polizza professionale è prima di tutto uno strumento per potersi dedicare alla propria professione in tranquillità, motivo per cui risparmiare è bene ma risparmiare troppo dovrebbe destare un legittimo sospetto.


Noi di RCPolizza.it collaboriamo solo con i principali istituti assicurativi così che la vostra polizza professionale professioni tecniche sia un investimento sul futuro e non soltanto una voce di spesa!


Esempio preventivo - Geometra >

Ti č piaciuto l'articolo? Condividilo ai tuoi amici e colleghi