Le categorie assoggettate all’obbligo di sottoscrivere una assicurazione professionale non si limitano a quelle tradizionalmente tenute all’iscrizione ad un albo, nel tempo infatti il mercato si è popolato di numerosi altri ruoli.


Ed ovviamente dove cresce la domanda cresce anche l’offerta, così mentre tra obbligo e scelta consapevole cresceva la richiesta di prodotti assicurativi, dall’altro lato della barricata spuntavano istituti assicurativi ed intermediari variamente qualificati che si proponevano come portatori di una sorta di panacea universalis delle polizze professionali.


Un prezioso spunto di riflessione ci viene offerto oggi dalle cosiddette professioni marittime, evidenziando come molto spesso -troppo spesso- un risparmio in termini di premio assicurativo più basso, si traduca in maniera sistematica in un esborso successivo di notevole entità.


A seguito di un episodio svoltosi a bordo di un’imbarcazione, un marittimo aveva ricevuto un avviso di conclusione delle indagini (comunemente ed impropriamente chiamato avviso di garanzia dai media) dalla Procura della Repubblica. Il soggetto interessato, non avendo preso visione della polizza professionale in quanto aveva effettuato una regolarissima sottoscrizione online, non era stato informato che questa non copriva le trasferte del legale rappresentante e prevede una copertura per le spese di onorario pari al solo minimo stabilito dalla tabella dell’ordine degli avvocati. Data la peculiarità della specializzazione richiesta, è facile intuire come il legale in questione, un avvocato marittimista, avesse non solo tariffe ben superiori al minimo tabellare, ma richiedesse una o più trasferte. Possiamo quindi intendere che il costo finale della prestazione erogata si sia attestato a livelli ben superiori rispetto a quelli attesi e vista la mancata copertura da parte dell’assicurazione professionale in discorso, l’assicurato ha dovuto far fronte alle spese di tasca propria.


A questo punto tirare le somme è facile: il marittimo avrà sicuramente risparmiato qualche euro sottoscrivendo una polizza professionale a basso costo, ritrovandosi a spendere una cifra assai più consistente per coprire le spese legali, possiamo allora parlare di risparmio? Non vale la pena investire qualche spicciolo in più per assicurarsi la copertura di un istituto affidabile e solido, che sappia rispondere prontamente e in modo efficace alle nostre richieste? RCPolizza.it nello scegliere i propri partner, si immedesima nel potenziale cliente assicurato, ne mette a fuoco i bisogni e sulla base degli stessi ricerca prodotti in linea con le effettive esigenze, avendo sempre un occhio di riguardo per i costi, perché assicurarsi risparmiando è davvero possibile con il nostro team, una squadra di professionisti che vi assisterà nella scelta del prodotto a voi più adatto, curandosi di fornire un'informazione completa ed esaustiva, cosa che ad oggi, sembra sempre più infrequente.


Provare per credere >

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo ai tuoi amici e colleghi