Liberalizzazione delle professioni: geometri e pubblicità


Più di recente con la liberalizzazinoe delle professioni abbiamo assistito ad una crescente pubblicizzazione dei servizi commerciali offerti dalle diverse categorie professionali, a volte anche con risultati discutibili, la cosa non ha risparmiato nessuno quindi anche rappresentanti del mondo dei geometri si sono fatti coraggio e hanno pubblicato online annunci e altre forme pubblicitarie finalizzate ad incrementare il giro degli affari.

A fugare i dubbi sugli aspetti maggiormente incerti è stato Marco Nardini in un'intervista rilasciata recentemente, in qualità di consigliere del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati.

Il primo quesito ha interessato le forme pubblicitarie che possiamo considerare legittime, come ad esempio la pubblicazione di foto, render, documenti ed altri step intermedi nello sviluppo della fase progettuale, a tale rigurardo Nardini precisa che in osservanza di quanto disposto dall'articolo 4 del Decreto del Presidente della Repubblica 137 del 2012, 'l'informazione e la promozione devono essere funzionali all'oggetto ma soprattutto veritiere e corrette'; ciò vuol dire che finché vi è corrispondenza tra ciò che viene mostrato e il lavoro che il geomtra andrà a fare nulla da eccepire, se il geometra dovesse mostrare i piani di realizzazione della Tour Eiffel come propri, si potrebbe obiettare la non congruenza della forma pormozionale all'attività professionale erogata.

Per quanto riguarda la promozione di attività professionale da parte di un professionista che lavori alla dipendenze di un datore pubblico o privato? Sempre Nardini precisa che fintanto che sussiste un'esplicita autorizzazione allo svolgimento di lavoro in forma autonoma parallelamente a quello in forma dipendente, anche questo professionista sarà autorizzato a promuovere la propria attività nelle forme ritenute opportune, sempre posto che le due attività professionali non entrino in conflitto.

Quanto però alla pubblicazione di lavori svolti per conto di terzi è giusto precisare che si ritiene opportuno ottenere l'autorizzazione del committente prima di procedere in quanto il lavoro del professionista resta sotto la sua proprietà intellettuale ed è quindi sottoposto alla vigente normativa in materia di copyright infringement, tuttavia si tratta pur sempre di qualcosa per cui altri hanno pagato e disporne senza una previa autirzzazione potrebbe generare un conflitto tra professionista e committente.

Come è facile intuire la creazione di nuovi mercati introduce nuovi fattori di incertezza, che possono esporre i professionisti ad irragionevoli rischi. Al di là degli obblighi di legge che per quanto assodati è sempre oppurtono ricordare, un giudizio di opportunità dovrebbe indurre i professionisti a tutelarsi verso questi possibili rischi, dotandosi di una assicurazione professionale geometri che copra non solo gli eventi più ricorrenti ma anche la conservazione dei documenti, proprio come avviene con le nostre polizze professionali. Date un'occhiata alla nostra offerta commerciale, potrete lavorare in tutta tranquillità e promuovere la vostra attività nella certezza che tutto è perfettamente in regola, e che RCPolizza.it è sempre pronta a coprirvi le spalle.


Richiedi un preventivo >



Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo ai tuoi amici e colleghi

I migliori lavorano con noi

Con oltre 30 compagnie, RCPolizza.it ti aiuta a risparmiare. Confrontiamo per te le migliori offerte sul mercato, garantendoti il massimo risparmio e tutta l'assistenza di cui hai bisogno.